Sabato, 1 Agosto 2020 Vasto

Alla Sala Mattioli la prestigiosa personale di fotografia di Costanzo D'Angelo

'Risvegli': prima grande restrospettiva in Italia dedicata ai 69 giorni di lockdown

Da ieri sera la prestigiosa sala d'Arte "R.Mattioli" di Vasto ospita "Risvegli", Personale Contemporanea di fotografia del Maestro Costanzo D'Angelo. E' la prima grande retrospettiva organizzata in Italia dedicata ai 69 anni giorni di lockdown decretati dal Governo come misura di contenimento alla diffusione del Covdi-19.

69 nove le opere in esposizione, quanti sono stati i giorni del lockdown, attraverso le quali Costanzo D'Angelo fa rivivere al visitatore momenti particolari di un periodo il cui ricordo rimarrà indelebile dentro ognuno di noi.

"Le immagini oggetto della mostra - scrive Claudia Gattella in catalogo - che si susseguono sulla base di un ordine cronologico, illustrano le esperienze e le dinamiche della lunga stasi in cui l'Italia ha vissuto i giorni di chiusura".

La mostra è stata sollecitata dall'Amministrazione Comunale di Vasto che la offre ai tanti turisti presenti in questi giorni in questa Città. Nella presentazione il Sindaco Francesco Menna esalta le qualità di Costanzo D'Angelo capace di trasmettere, soprattutto in un frangente fortemente drammatico, una forza evocativa decisiva su cui gettare le basi per rifondare una rinnovata società umana.

"I tanti scatti che impreziosiscono questa rassegna - scrive il sindaco Francesco Menna - costituiscono un 'viaggio nelle emozioni' attraverso quella che può giustamente dirsi la più grave crisi del dopoguerra per il nostro Paese e per la nostra Europa; un itinerario performante che diventa motivo di riflessioni su quanto abbiamo dovuto, o dovremo in futuro, ricalibrare del nostro patrimonio valoriale, della nostra etica pubblica. del nostro vivere do comunità":  

Come i lettori sanno la foto scattata il primo maggio u.s. da Costanzo D'Angelo in vico Sportello a Vasto, appunto quella del 'Risveglio' con il passaggio del caffè tra due famiglie isolate dal Coronavirus, ha fatto il giro del mondo. Si calcola sia stata visionata da non meno di 5 milioni di cittadini in tutto il mondo. 

"Dalle immagini sapientemente realizzate da Costanzo D'Angelo - scrive ancora il Sindaco Menna - non ci proviene solo un sentimento di ammirazione per i tanti esempi di solidarietà, di abnegazione e di servizio al prossimo che ne sono protagonisti, ma piuttosto, il senso più profondo della dimensione di comunità, quel 'comune agire per il benessere di tutti' di cui dobbiamo rimpossessarci per guardare al futuro con speranza".

Mostra, visitabile tutti i giorni,chiuderà i battenti il prossimo 14 agosto.

FOTO DI ANDREA MARINO