Venerdì, 14 Febbraio 2020 Abruzzo

Sconcerto a Sulmona ed in Abruzzo per la morte di un giovane avvocato

Nino Ruscitti, 44 anni, fulminato da una polmonite scambiata per influenza

Sconcerto a Sulmona per la scomparsa del giovane avvocato Nino Ruscitti morto a 44 anni a seguito di complicazioni di una polmonite.

Ruscitti era ricoverato nel reparto di Rianimazione di Chieti a causa di una brutta crisi respiratoria per la quale era stata necessaria una tracheotomia.

Tutto è cominciato con una semplice influenza, racconta Il Messaggero ,ma dopo febbri che andavano e venivano, consulenze mediche ed esami, è stato necessario il ricovero nel reparto di Pneumatologia dove gli hanno diagnosticato una polmonite.

Un'infezione che gli aveva compromesso tre quarti del polmone. Ruscitti era stato messo sotto stretta osservazione e negli ultimi giorni trasferito nel reparto di Rianimazione.

Molto conosciuto in città, era figlio di Giovanni, già capo ufficio stampa della Regione, e fratello di Daniele, giornalista anche lui.

La salma sarà trasferita oggi a Sulmona dove sarà esposta nella Casa funeraria di viale Mazzini, mentre i funerali si terranno domani probabilmente nella chiesa di Cristo Re.