Martedì, 6 Aprile 2021 Nazionali

Agricoltura: 15 Regioni promuovono nuova impostazione Psr

Lettera anche a Governo e Ue contro stop sei territori regionali

Agricoltura: 15 Regioni promuovono nuova impostazione Psr Lettera anche a Goverbo e Ue contro stop sei territori regionali CAGLIARI L'assessore regionale dell'Agricoltura, Gabriella Murgia, insieme ai colleghi di altre 14 Regioni e Province autonome, ha inviato una lettera al ministro delle Politiche agricole, Stefano Patuanelli, e al commissario europeo per l'Agricoltura, Janusz Wojciechowski, nella quale si ribadisce il sostegno all'impostazione data dall'esponente del Governo italiano al riparto delle risorse del Programma di sviluppo rurale per il biennio di transizione 2021-2022. "Con il nuovo riparto - spiega l'esponente della Giunta Solinas - alla Sardegna andranno più risorse.

La proposta del ministro è un giusto bilanciamento delle posizioni espresse dalle Regioni e prevede criteri oggettivi che tengono conto delle diverse realtà territoriali.
    Al ministro Patuanelli ho sottolineato gli svantaggi strutturali che derivano dalla condizione di insularità e penalizzano, in termini di costi e di freno allo sviluppo, tutte le imprese agricole della Sardegna. Ho evidenziato, quindi, l'esigenza di una quota di cofinanziamento del programma da parte dello Stato maggiore". Nel corso dell'ultima seduta della Commissione Politiche agricole della Conferenza delle Regioni, la proposta del ministro era stata bocciata da sei Regioni che, si legge nella lettera, "si ostinano a pretendere esclusivamente l'applicazione del riparto 'storico', impedendo di addivenire a un'intesa". Invece, "la maggioranza delle Regioni e Province autonome ha condiviso di utilizzare per la ripartizione delle risorse Feasr della nuova programmazione criteri in grado di cogliere oggettivamente l'incidenza della ruralità nei diversi contesti regionali".