Sabato, 11 Gennaio 2020 Vastese

Alla SEVEL la cassa integrazione prorogata fino al 19 gennaio

A seguito della morte dell'operaio di una ditta esterna

Si prolunga la cassa integrazione alla Sevel di Atessa (Chieti), dal 13 al 19 gennaio, in conseguenza del parziale sequestro di un'area del reparto Lastratura dove il 3 gennaio scorso ha perso la vita Cristian Terilli, 29enne di Pignataro Interamna (Frosinone), dipendente di una ditta esterna di manutenzione.

La decisione è stata resa nota oggi dall'azienda al termine di un incontro tra direzione Sevel e comitato esecutivo.

La prima settimana di cassa integrazione, con parziale diminuzione della produzione del furgone Ducato, scade domani, domenica 12.

E' attesa intanto, per la prossima settimana, la nomina dei periti da parte della Procura di Lanciano per far luce sulle cause che hanno portato l'impianto robotico in manutenzione a cadere provocando la morte di Terilli.

L'indagine vede indagate sei persone presuntivamente accusate di omicidio colposo.

"Una ritenuta volontaria di alcune ore di lavoro per tutte le lavoratrici e i lavoratori che si rendano disponibili a un'iniziativa di solidarietà".

E' l'appello che la Fismic-Confsal lancia ai lavoratori della Sevel di Atessa per aiutare la famiglia di un giovane che ha perso la vita sul posto di lavoro, Cristian Terilli, manutentore della ditta Sinergia srl morto a 28 anni per schiacciamento del torace.

Stava effettuando lavori di manutenzione dell'impianto robotico del reparto Lastratura, quando il crollo di un pesantissimo castelletto di traslazione, che supporta le fiancate del furgone Ducato, lo ha drammaticamente schiacciato sulla schiena.

Terilli lascia una moglie e due bambini.

Proprio per questo la Fismic chiede a "tutte le persone che si sono sentite emotivamente coinvolte in questo tragico evento" di esprimere vicinanza alla famiglia attraverso questo iniziativa".