Lunedì, 29 Giugno 2020 Vasto

Avviati i lavori di rifunzionalizzazione della Casa di Riposo Sant’Onofrio

I lavori consegnati oggi all’Impresa EMPIRE BUILNDING s.r.l.

Un’altra importante opera pubblica è stata avviata oggi a Vasto. Dopo alcuni rinvii dovuti alla vicenda Covid-19, questa mattina sono stati ufficialmente consegnati i lavori di rifunzionalizzazione della Casa di Riposo “S.Onofrio”, antica struttura ubicata a breve distanza dalla Circonvallazione Histoniense.

L’intervento, realizzato con fondi del Comune di Vasto e della Regione Abruzzo, consentirà di rendere la struttura rispondente ai requisiti della sicurezza e della igienicità delle stanze, tutte dotate di bagno singolo, in base alle disposizioni vigenti.

Il progetto è stato realizzato dalla Soc. LandBAU s.r.l. di Chieti ed i lavori sono stati aggiudicati e consegnati oggi all’Impresa EMPIRE BUILNDING s.r.l. con sede in Villaricca (NA). I lavori a base d’asta erano di 400mila euro e sono stati aggiudicati a seguito di un ribasso del 30,125%.

“Sono particolarmente felice per l’esito dell’iter di questa pratica sostenuta e caldeggiata dall’Amministrazione Comunale di Vasto. Gli anziani -ha dichiarato il sindaco Francesco Menna – che erano ospitati nell’antica struttura di S.Onofrio da qualche mese sono ospiti di strutture presenti nella Provincia di Chieti e presso le abitazioni di congiunti. Non appena i lavori verranno portati a compimento, in base alle indicazioni dei sanitari della ASL, i nostri anziani potranno tornare a S.Onofrio dove ritroveranno quel clima familiare che da sempre caratterizza la gestione della nostra Casa di Riposo”.

Per la realizzazione dell’intervento in questi mesi sono stati impegnati i tecnici del settore Lavori Pubblici del Comune. Il responsabile unico per la sicurezza è il geom. Maurizio De Filippis.

L’assessore al ramo, Giuseppe Forte, si è dichiarato particolarmente lieto per l’esito della pratica che, nonostante i problemi di aggiornamento del progetto, dovuti alle ultime disposizioni in materia di gestione dei cantieri in tempo di Coronavirus, vede finalmente la luce.