Lunedì, 29 Giugno 2020 Vastese

La goia di "Insieme per Cupello" per l'ordinazione sacerdotale di don Carlo Di Francesco

"Siamo certi che Don Carlo saprà esprimere le cose migliori in virtù dei saggi insegnamenti ricevuti in questi anni"

Riceviamo e pubblichiamo la seguente nota:

 

Come Gruppo Consiliare esprimiamo i più vivi auguri per l’esercizio del mandato sacerdotale ricevuto di recente da Don Carlo Di Francesco valido giovane espresso, nato e cresciuto nella nostra comunità parrocchiale.
Esprimiamo le migliori felicitazioni all’intera famiglia ed, in particolare, al papà Ercolino, alla mamma Lucia, alla sorella Moana.
Abbiamo partecipato privatamente al bellissimo momento pubblico ed ecclesiale vissuto dalla nostra comunità nella SS Messa celebrata da Don Carlo ieri sera in piazza Garibaldi;pubblicamente lo facciamo con questo comunicato stampa perché volutamente “dimenticati” da chi “governa” la nostra comunità.
Abbiamo un ruolo diverso ma affatto insensibili e distanti dalla società che viviamo quotidianamente perché, da Noi, il concetto di una “democrazia partecipata e compiuta” , si è smarrito e dimenticato da quanto amministra il Centro – Destra.
Siamo certi che Don Carlo saprà esprimere le cose migliori in virtù dei saggi insegnamenti ricevuti in questi anni di crescita spirituale presso la nuova comunità di Palombaro dove, da Sua Eccellenza Bruno Forte, lo ha chiamato a dirigerne la parrocchia.
Siamo orgogliosi di Don Carlo così come di Frate Emiliano Antenucci, figlio filetto di questa comunità, che oggi dirige il santuario della “Madonna del Silenzio” ad Avezzano (Aq) sotto la diretta egida del vescovo Piero Santoro e l’illuminato indirizzo di Papa Francesco. Fra’ Emiliano Antenucci sta portando avanti con diligenza notevole il suo servizio alla Chiesa, ha già realizzato alcuni scritti personali, direttamente presentati a Sua Santità Papa Francesco, ed avviato un partecipatissimo percorso spirituale personale sul culto della “Madonna del Silenzio”.
Cupello, i Cupellesi e l’intera comunità debbono sentirsi orgogliosi dei questi due bravi giovani figli di un territorio fecondo e redditizio sotto l’aspetto vocazionale e religioso. 

Camillo D’Amico, capogruppo consiliare di “Insieme per Cupello”