Venerdì, 3 Gennaio 2020 San Salvo

Improvvida uscita del componente la Giunta Magnacca

Per l’assessore Raspa i cittadini intervistati sono menzogneri e ingannevoli

Riceviamo e pubblichiamo la seguente nota:

Il commento dell’assessore con delega alla Polizia Municipale, Fabio Raspa sul sondaggio eseguito da uno Spindoctoring sulla percezione della sicurezza e della legalità dei cittadini di San Salvo, denota il sottile e velato pensiero dell’assessore Raspa a considerare i cittadini intervistati menzogneri e ingannevoli ("Il questionario proposto dimostra superficialità di chi ha risposto alle domande". Queste le parole dell'assessore). Non solo. Dopo otto anni che il centrodestra è alla guida della città, l'assessore Raspa dà anche la colpa a “quelli di prima” se i cittadini oggi hanno una bassa percezione della legalità e della sicurezza. Assurdo!
Non è di nostra competenza giudicare il metodo del sondaggio e le percentuali delle risposte, ma riteniamo che la stessa competenza non ce l’abbia neanche l’assessore Raspa, che ha definito il sondaggio “superficiale”, che non rispecchia né il “quadro di San Salvo” né “la situazione reale e percepita nella città”.
Per l’assessore Raspa dunque un sondaggio “farlocco” con cittadini menzogneri e ingannevoli.
Riteniamo invece che sondaggi di tal genere devono essere presi nella loro completezza e veridicità di risposte con l’unico scopo di analizzarne i dati emersi per migliorare la percezione che i cittadini hanno sulla sicurezza e sulla legalità.
Ricordiamo che tra i compiti e i doveri di un’amministrazione comunale c’è proprio quello di infondere sicurezza e legalità nei cittadini, non nascondere la testa sotto la sabbia dissociandosi da un sondaggio o accusando "quelli di prima". 
Riteniamo inoltre che la netta differenza tra le percentuali di sfiducia verso le Forze dell’Ordine e verso il corpo di Polizia Municipale (il 25% verso le Forze dell’Ordine e il 75% verso la Polizia Municipale) sia un dato importante e significativo che deve far riflettere. Riteniamo che una maggiore fiducia dei cittadini verso le Forze dell’Ordine siano legate alle importanti e incisive operazioni messe a segno che hanno permesso di sgominare bande
criminose insediatesi a San Salvo e nel Vastese.
La pessima fiducia invece verso la Polizia Municipale è segno che in questi otto anni altro andava fatto per i cittadini e per la città. Innanzitutto ridimensionare il Corpo municipale (cosa che chiediamo da tempo. Ricordiamo che quando la città era amministrata dal centrosinistra il corpo della Polizia Municipale era, non solo numericamente adeguato alle esigenze della città, ma che lo stesso era anche considerato efficace ed efficiente anche dalle altre città provinciali e regionali) e ad adoperarsi inoltre con azioni, iniziative, informazioni affinché i cittadini di San Salvo possano sentirsi al sicuro.
Dal canto nostro ringraziamo gli agenti della Polizia Municipale per l’importante e funzionale lavoro che quotidianamente svolgono con una notevole mole di lavoro e con un organico ridotto all'osso.
Dal canto suo, l'amministrazione ringrazi la Procura di Vasto, il Procuratore capo della Repubblica di Vasto, il Dott. Giampiero Di Florio, il Presidente del Tribunale di Vasto, il Dott. Bruno Giangiacomo, gli esponenti regionali e nazionali del Movimento 5 Stelle e del centrosinistra per la lotta alla difesa del Tribunale di Vasto e inviti i suoi esponenti regionali e nazionali  a fare altrettanto.

Pd San Salvo