Martedì, 11 Giugno 2019 Vasto

Ben cinque unità della “C.I.O. Lazio” impiegate tra Vasto e San Salvo

Nell'ambito dell'operazione "Periferie sicure"

In continuità con i servizi predisposti nel mese di febbraio dello scorso anno, quando è stato organizzato, al
fine di prevenire e contrastare fenomeni di carattere predatorio, un piano straordinario per il controllo del
territorio, anche in questi giorni, su Vasto e San Salvo, sarà impiegata una squadra composta da 5 unità della
CIO (Compagnia di Intervento Operativo) del 8° Reggimento Carabinieri Lazio, con sede in Tor di Quinto,
Roma, nella storica Caserma dedicata alla Medaglia D’Oro al Valor Militare “Salvo D’Acquisto”.
Le pattuglie della C.I.O. a bordo delle loro Alfa Romeo Giulietta, saranno presenti nelle ore e nei luoghi più
sensibili, lavorando fianco a fianco con l’Arma locale. In questi giorni infatti parteciperanno a servizi di
largo raggio, si dedicheranno ad un’intensa attività di prevenzione e repressione dei fenomeni criminosi, con
particolare riferimento a quelli dello spaccio di sostanze stupefacenti, operando controlli all’interno dei
locali della cosiddetta “movida”. I militari, inoltre, avranno a disposizione l’ausilio dei Reparti Specializzati
delle unità cinofile, del NIL (Nucleo Ispettorato del Lavoro) e del NAS (Nucleo Antisofisticazione).
Le squadre della CIO sono riconoscibili per l’utilizzo di uniforme ed equipaggiamento diversi da quelli in
dotazione al personale delle Compagnie territoriali. L’uniforme: una tuta ignifuga di colore blu scuro, jacket
operativo e basco. L’equipaggiamento: un apparato radio “tetra”, un kit per la circolazione stradale, visori
notturni, metal detector, giubbetti e caschi antiproiettile, binocoli e complessi fotografici.
Le CIO, presenti all’interno dei Reggimenti e Battaglioni dei Carabinieri di Milano, Venezia, Firenze,
Roma, Napoli, Bari e Palermo, sono in grado di raggiungere qualsiasi località ed essere operativi entro
l’arco di 48 ore, rafforzando l’azione di controllo dei Comandi stanziali presenti sul territorio. Si tratta di
una risorsa strategica, specializzata in pattugliamenti, posti di blocco e rastrellamenti, ed assicura supporto
agli organi investigativi nel corso di operazioni contro la criminalità. Uomini addestrati appositamente,
capaci di captare e individuare i soggetti a rischio: pregiudicati, spacciatori, clandestini. Il personale della
CIO è interamente costituito da militari selezionati attraverso uno specifico addestramento, improntato alla
difesa personale e alle tecniche di disarmo, al tiro operativo e di emergenza nonché alle tecniche
antisommossa.
Tali reparti contribuiscono ad alimentare la “Forza di pronto impiego” del Ministero dell’Interno, per lo
svolgimento di operazioni straordinarie di contrasto alla criminalità diffusa, infiltrazione terroristica e
immigrazione clandestina.