Domenica, 12 Maggio 2019 Sport

Nuovi centri commerciali, anche un sondaggio dice no

I cittadini vogliono che il centro storico torni ad essere vivo

Un sondaggio on line per tastare gli umori della cittadinanza sulla nascita di nuovi centri commerciali. All’iniziativa, promossa dall’associazione San Paolo, hanno partecipato 244 persone  dai 20 ai 70 anni. Il 64% ha manifestato contrarietà alla realizzazione degli ipermercati, mentre il 36% ha dichiarato di essere favorevole.

“Da questo sondaggio possiamo analizzare le preferenze dei cittadini nel rivolgersi alle piccole attività commerciali”, spiegano i rappresentanti del gruppo di lavoro dell’associazione, “ringraziamo tutti coloro che hanno votato per il nostro sondaggio on line”.

L’iniziativa del sodalizio fa seguito al dibattito che si è aperto in città dopo la presa di posizione del sindaco Francesco Menna, il quale si è detto nettamente contrario alla realizzazione di nuovi centri commerciali della media distribuzione (la grande distribuzione è bloccata fino al 2022 per legge regionale), che necessitano di una variante al piano regolatore, rivelando l’esistenza di ben 6 progetti in itinere.

“Sono assolutamente contrario alla realizzazione di centri commerciali che richiedono una variante al Prg”, aveva dichiarato il sindaco, “si tratta di un indirizzo politico che verrà a breve riassunto in una delibera di giunta. Chi vuole realizzare strutture della media distribuzione può farlo solo in quelle zone previste dallo strumento urbanistico in vigore, quindi nelle aree che hanno una destinazione commerciale. Non consentirò varianti al piano regolatore. Si tratta di un messaggio chiaro che, oltre ad essere in linea con la mia storia personale  e politica, tiene anche conto di una serie di fattori. Il mercato è saturo”, aveva aggiunto il primo cittadino, “e il piccolo commercio fa sempre più fatica. Non consentirò l’ulteriore penalizzazione dei piccoli commercianti aderendo a delle richieste di variante al piano regolatore”.

Sulla stessa lunghezza d’onda sono il coordinamento cittadino del Psi – che ha proposto soluzioni per il centro storico – Confcommercio, Confesercenti e il Consorzio “Vasto in Centro”, mentre contrari allo stop sono Confedilizia e Edmondo Laudazi (Il Nuovo Faro).

Anna Bontempo (Il Centro)