Sabato, 20 Aprile 2019 Abruzzo

Gli Appennini ci garantiscono giornate assolate

La nostra Regione al riparo dagli eventi meteo preannunciati

 Occhio al tempo prima di organizzare qualche gita a Pasqua. Le previsioni meteo dicono infatti che l'Abruzzo è in questi giorni soggetto a forte variabilità, "stretto" tra il maltempo che arriva da Nord e dal Tirreno e gli spazi soleggiati che prevalgono a Est. A "salvarlo" dalla pioggia, almeno in parte, sono gli Appennini che mettono in qualche modo al riparo la voglia di evadere per qualche giorno durante le Feste e, magari, nel lungo ponte fino al 25. Ci aspetta quindi una settimana di Pasqua all’insegna della vera instabilità primaverile capricciosa.

Stando agli ultimi aggiornamenti di meteo.it, a Pasqua e pasquetta, piove quasi ovunque in modo particolare (se non dovessero esserci sorprese) sulle Alpi, Liguria e a macchia di leopardo un po’ su tutto il Centro-Nord. Precipitazioni previste anche sulle regioni Tirreniche (Toscana, Lazio, Campania), Sardegna, Sicilia e Appennino Centro-Meridionale (abruzzese, molisano e lucano). Sulle zone interne oltre alla piogge può scatenarsi qualche intenso temporale con grandine localmente intensa. E la neve fa la sua comparsa non solo sulle Alpi, da Cervinia alle Dolomiti, ma occasionalmente sull’Appennino tosco-Emiliano e sul Gran Sasso.

E in Abruzzo? La nostra regione rientra fra le zone che invece possono beneficiare di qualche raggio di sole sul versante Adriatico riparate dalla catena appenninica. Insieme a Romagna, Marche, Molise e Puglia. Qui la Pasqua può trascorrere con cielo variabile e bassa probabilità di pioggia, il tutto in un contesto climatico primaverile con la presenza comunque a pasquetta di venti da sud moderati/sostenuti e temperature in rialzo.

Infine, gli ultimi aggiornamenti di 3Bmeteo evidenziano come la Pasqua sia nel complesso discreta e mite con tendenza ad aumento delle nubi medio-alte e stratiformi. “Per Pasquetta invece ci sarà la tendenza a un peggioramento nella seconda parte del giorno, per una bassa pressione afro-mediterranea accompagnata da un rinforzo del vento di Scirocco. Questa evoluzione comunque necessita di conferme”, concludono da 3bmeteo.