Martedì, 8 Gennaio 2019 Chieti

Rifugio Pomilio isolato, il gestore chiama la turbina a sue spese

La strada è chiusa da giorni a causa della neve e non viene liberata. Provincia assente, e i turisti vengono rimandati indietro

Isolato sulla Majella, il rifugio “Bruno Pomilio” pronto a ribellarsi. Succede a quasi 2000 metri di altezza, dov’è situato il rifugio che da anni ormai ospita turisti. Eppure qualche giorno fa, puntualmente con il maltempo, si è verificato di nuovo ciò che in altre località turistiche non succede. Il rifugio ha dovuto disdire tutte le prenotazioni per questioni di sicurezza perché la strada è completamente coperta di neve e nessuno ha intenzione di pulire. "Basta, l'indifferenza ha superato il colmo. Domani faccio venire a mie spese una turbina per liberara la strada, poi presento le denunce in Procura", afferma arrabbiato il gestore Roberto D'Emilio.