Giovedì, 18 Maggio 2017 Vasto

Insediamento ufficiale del Consiglio Comunale dei Ragazzi

Bella cerimonia questa mattina nella sala "Vennitti" di Palazzo di Città

Questa mattina, come da ordine del giorno diramato nei giorni scorsi, all'interno dell'aula consiliare "Vennitti" del Comune di Vasto si è insediato ufficialmente il Consiglio Comunale dei Ragazzi eletto nelle settimane passate attraverso il voto espresso dagli studenti delle scuole medie della Città. I ragazzi hanno occupato gli scranni che solitamente vengono utilizzati dai consiglieri comunali, mentre il sindaco ed i componenti la Giunta hanno preso posto vicino al sindaco Francesco Menna nella zona riservata all'esecutivo. Un bel gesto!

Dopo le presentazioni di rito da parte del presidente del Consiglio Giuseppe Forte ed il saluto dell'assessore alla Pubblica Istruzione, Anna Bosco, il sindaco dei ragazzi, Simone Di Ninni, ha presentato i suoi consiglieri ed i componenti la sua giunta ai quali ha affidato incarichi ben precisi. Della Giunta dei ragazzi fanno parte: Lorenzo Marangione, Nicole Schiavone, Lorenzo Alinovi, Ludovica Vecchiotti, Filippo Andreoni. Svolge le funzioni di segretaria Maria Antonacci,

Il sindaco dei ragazzi, con molta padronanza e sicurezza, ha illustrato le linee programmatiche del suo programma elettorale che punta alla riqualificazione delle scuole, alla manutenzione del verde pubblico, alla viabilità, al potenziamento della pubblica illuminazione, allo sport ed al sociale. Hanno quindi rivolto un indiirizzo di saluto e di augurio ai giovani consiglieri comunali due rappresentanti dell'Amministrazione Menna: i consiglieri Francesco Prospero e Roberta Nicoletti in rappresentanza della minoranza e della maggioranza. Ha chiuso gli interventi il sindaco Francesco Menna che si è dichiarato disponibile a collaborare con il sindaco dei ragazzi, Di Ninni, e con i consiglieri eletti. 

Prima di lasciare il Palazzo di Città i ragazzi hanno incrociato il Prefetto, dott. Antonio Corona, con il quale hanno avuto modo di scambiare alcune opinioni. Il rappresentante di Governo nel formulare gli auguri di buon lavoro li ha invitati a ragionare con la propria testa mettendo un po' da parte telefonini, computer ed altro dedicando tempo al colloquio ed all'ascolto.